fyf

Lunedì 22 settembre nell’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini i gNe vanno a caccia del cibo di domani

La popolazione mondiale è destinata a raddoppiare entro la metà di questo secolo, le risorse alimentari disponibili a diminuire, stiamo vivendo sulla nostra pelle che l’eterna crescita è un dogma che non ha futuro. E allora quali saranno le pietanze che imbandiranno le nostre tavole? È vero che mangeremo zuppe di zanzare? I Giornalisti nell’Erba si mettono all’opera fin da subito e inaugurano la Settimana della Scienza con una caccia ai cibi di domani.

Lunedì 22 settembre tutti coloro che sono preoccupati per le sorti delle loro scorpacciate sono invitati alle Scuderie Aldobrandini di Frascati, per prendere parte all’incontro firmato gNe Feed your future – Cibo per il futuro, al quale spetta il compito di lanciare come si deve il fitto programma di eventi che si svilupperà per  tutta la settimana tra Roma e Frascati, culminando venerdì 26 con la 9a edizione della Notte Europea dei Ricercatori 2014. I Giornalisti nell’Erba riprendono da qui le loro indagini dopo la pausa estiva con una tavola rotonda animata da relatori le cui conoscenze spaziano dalle questioni di sostenibilità ambientale alla ricerca scientifica nel campo della nutrizione e della biologia.

Lunedì 22, a partire dalle 10 nella sala Auditorium delle Scuderie, Paola Bolaffio, direttore Giornalisti Nell’Erba, referente formazione FIMA (Federazione Italiana Media Ambientali) introdurrà i relatori a partire da Alex Sorokin, presidente Interenergy, esperto internazionale su questioni legate alla sostenibilità e componente comitato scientifico di FIMA, incaricato di esporre il delicato tema della crisi delle risorse, per poi passare il testimone a Cinzia Forni, biologa e docente fitotecnologie Macroarea di Scienze Universita di Roma TorVergata che spiegherà le innovazioni della biologia per far fronte a questa prossima necessità, mentre Cristina Gianetti e Marika Ferrari del Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura – Centro Alimenti e Nutrizione (C.R.A – NUT), illustreranno invece gli sviluppi della metabolomica e della nutrigenomica per meglio comprendere come potrebbe cambiare la nostra alimentazione. Sarà di vitale importanza adattarsi a questi mutamenti e per fortuna esistono produttori che seppur a piccoli passi e non senza ostacoli, si stanno impegnando a gettare le basi per quella che sarà una vera e propria svolta che investirà tutti i settori della nutrizione così come oggi la concepiamo. A completare il banco dei relatori sarà Enrica Battifoglia giornalista, responsabile canale Scienza e Tecnica ANSA che per l’occasione si calerà nelle vesti di moderatrice del dibattito. Per partecipare è necessario prenotarsi direttamente dal sito di Frascati Scienza, mentre i giornalisti che vorranno intervenire potranno accreditarsi inviando una richiesta a info@giornalistinellerba.org.

I gNe tornano a suggellare così la pluriennale collaborazione con Frascati Scienza, coordinatore ormai da ben 9 anni della Notte Europea dei Ricercatori, evento promosso e finanziato dalla Commissione Europea. In occasione della nona candelina l’evento si moltiplica, infatti oltre alle sedi di Roma e Frascati, si aggiungono quelle di Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Catania, Bari, Cagliari, PaviaPisa, dove anche qui e per tutta la settimana che andrà dal 22 al 26 settembre sarà possibile prendere parte a numerosi appuntamenti tutti legati tra loro dai temi della ricerca e della sostenibilità.

 

 

Feed your Future – Cibo per il futuro, lunedi 22 settembre ore 10, Auditorium delle Scuderie Aldobrandini,  Piazza Guglielmo Marconi, 6 Frascati

Ufficio stampa il Refuso