#Tuttoinunanottediscienza

Scienza, Ambiente, Giornalismo, Comunicazione. Gli ingredienti sono questi, ma a sperimentarli direttamente saranno i giovanissimi, così da rendere tutto più chiaro e comprensibile a tutti… La scienza, vissuta in modo diretto, diventa semplice e immediata.

Durante la Settimana della Scienza organizzata a settembre per accompagnare la Notte Europea dei Ricercatori 2016, un team di 40 giovanissimi dai 12 ai 24 anni con il tutoraggio di giornalisti ed esperti di comunicazione, si cimenteranno per 5 giorni di fila nel racconto multimediale dei temi scientifici affrontati e presentati direttamente nei centri di ricerca e nelle location previste dalla manifestazione. E’ un progetto di Giornalisti Nell’Erba.

COSA FARE per Tutto in una “Notte”… di Scienza

Votarlo: tra il 18 febbraio e l’8 marzo. Tutti i residenti in Italia registrati al sito dell’Aviva Community Fund avranno diritto a 10 voti da destinare a Tutto in una Notte… di Scienza. Se siamo tra i più votati, accediamo alla selezione della giuria e potremmo avere i fondi necessari per realizzare il progetto, gratuito per tutti i partecipanti (volontari, selezionati in base all’ordine cronologico della richiesta).

 

#Ilfuturoèditutti: WorldWarmWar.climatechange

E’ tra “i progetti che fanno bene all’Italia”. E’ per spiegare i cambiamenti climatici con la cassetta degli attrezzi del giornalista e la voce dei giovanissimi. Per permettere a chi sarà grande nel 2050 di agire sin d’ora per avere un futuro. E’ per realizzare una Grande Giornata nazionale con 50 eventi gratuiti per tutti, in cui siano i giovani e giovanissimi, insieme ai ricercatori, ai giornalisti, agli esperti, a spiegare cosa sono i cambiamenti climatici. Una giornata a cui partecipino quei giovani e giovanissimi di tutta Italia che hanno scritto, intervistato, fatto indagini e ricerche, infografiche, articoli… per essere premiati per i loro racconti sul clima e sull’ambiente. Una giornata a cui partecipino la Scienza, il Giornalismo, la Comunicazione ambientale, l’economia virtuosa, in così da tessere una rete forte per far sapere, per far conoscere, per agire tutti insieme.

Il progetto WorldWarmWar.climatechange di Giornalisti Nell’Erba è tutto questo.

E’ piaciuto. E’ stato selezionato da Telecom Italia tra i 12 progetti meritevoli di un aiuto da parte di tutti, Telecom Italia per prima. Ed è partito il crowdfunding, sulla piattaforma WithYouWeDo.

Ora abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Bastano anche 2€, meglio ovviamente se sono di più. E tanta tanta mobilitazione. Dovete condividerci, sostenerci, spargere la voce, ovunque, con chiunque: è di cambiamenti climatici che si parla. E’ di cambiamenti climatici che vogliono parlare coloro che avranno 40 anni nel 2050.

Se il progetto raggiunge l’obiettivo, Telecom Italia mette a disposizione il 25% del totale. Stateci vicini.

COSA FARE per WorldWarmWar.climatechange di Giornalisti Nell’Erba 

  1. donare (è facilissimo, 2 minuti in tutto al massimo) anche un piccolo contributo tramite la piattaforma WithYouWeDo di Telecom Italia
  2. votare: sabato 20 febbraio mattina, si può votare online sul sito di Radio 105 oppure votarlo con SMS al 342 4115105 tra le 12 e le 14, sempre di sabato (in diretta su Radio105 la sfida tra il nostro progetto, presentato da Giorgia Burzachechi, ed un altro)
  3. condividere in tutti i modi possibili e convincere tutti a darci una mano

 

#gNe10

Ancora pochi giorni per partecipare alla decima edizione del Premio Nazionale di Giornalismo ambientale Giornalisti Nell’Erba.

Prorogata la scadenza al 10 marzo.  La decima edizione del premio nazionale Giornalisti Nell’Erba, il premio di giornalismo ambientale che coinvolge scuole e giovani e  giovanissimi di tutta Italia, è realizzata in collaborazione con l’Ordine nazionale dei Giornalisti, la Federazione Nazionale della Stampa (FNSI), la Federazione Media Ambientali (FIMA), i ricercatori del polo scientifico più grande d’Europa (FrascatiScienza) e tanti altri.